Torna a vivere la Casa Don Baronio

A Savignano un progetto per riqualificare la struttura che ospitava gli orfani

VALLE RUBICONE – Un grande progetto per portare agli antichi splendori l’edificio Don Baronio a Savignano. Il tutto a scopi sociali. Nei giorni scorsi è nata l’associazione “Amici di Don Baronio” costituita da un gruppo di volontari che si sono proposti di rivalutare l’edificio Don Baronio situato in San Rocco a Savignano sul Rubicone.

“Lo scopo – spiegano i volontari – è quello di renderlo utilizzabile in maniera dignitosa e funzionale a tutti i giovani del nostro territorio, così da avere una serie di locali adatti a incontri per i gruppi. In sostanza vuole essere un edificio al servizio dei savignanesi e per i savignanesi”.

La struttura si chiamerà Casa della comunità e l’edificio necessita di urgenti interventi di recupero. I promotori dell’iniziativa si propongono di sensibilizzare tutti i savignanesi al fine di rendere possibile un recupero adeguato agli scopi sopra proposti.

La presentazione ufficiale dell’associazione, che diventerà “onlus”, del progetto di ristrutturazione e del progetto raccolta fondi “Un coppo può fare” avverrà il 5 dicembre con un pranzo a cui sono invitati tutti i Savignanesi, presso il Palarubicone e sarà preparato dalla macelleria Zannoni e dalla macelleria Campedelli.

Durante il pranzo vi saranno anche testimonianze di persone che hanno vissuto e documentato gli anni del Don Baronio, vi saranno gruppi di animazione, e soprattutto l’intenzione degli organizzatori è quella di coinvolgere tutta la società in modo da sensibilizzare la popolazione su queste progetto.

La parrocchia di Santa Lucia, come ha annunciato anche il parroco don Pierpaolo Conti nel bollettino parrocchiale, sta muovendo i primi passi concreti per ridare luce e vita al grande complesso. Un edificio la cui costruzione originale risale al 1600, ora ha bisogno di interventi urgenti e importanti, all’interno e all’esterno. Nel secolo scorso, il canonico don Carlo Baronio lo utilizzò come sede per l’accoglienza dei bambini orfani o comunque con famiglie disagiate.

I lavori interni faranno del Don Baronio un ambiente polivalente a servizio della parrocchia di Santa Lucia e di tutta la città di Savignano. Verranno create zone autonome e separate: oratorio, catechismo, zona pranzo, piano della convivenza, stanze per momenti comunitari.

Pubblicato venerdì 26 novembre 2010 alle 00:01

Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.

Brevi quotidiane

Ultimi articoli

Ultimi interventi

Parole di Vita

Archivio Documenti