L’esperienza Scout approda in Valle Savio

VALLE SAVIO – Una nuova proposta educativa in Valle Savio. È quella dello scoutismo che, per la prima volta, ha messo radici anche da queste parti.

Il progetto è nato a Gualdo di Roncofreddo e va a colmare un vuoto evidenziato da molte famiglie che lamentavano la mancanza delle “camicie azzurre” in zona.

“Da tanti anni c’era la richiesta che venisse fondato un gruppo scout nella vallata del Savio – spiega Caterina Cara, mamma residente a Gualdo con più di 30 anni di scoutismo alle spalle presso la parrocchia dell’Osservanza, a Cesena -. Chi sentiva questa esigenza per i figli doveva ogni volta farsi la strada fino alla città”. Oltre a ciò, si è sempre riscontrata la difficoltà della mancanza di figure preparate in grado di guidare i futuri lupetti.

In concomitanza con l’esodo di molte giovani famiglie dalla città alla collina, sono emerse nuove figure in questo senso. “Chi veniva da precedenti esperienze come capo scout si è messo a disposizione”, continua Caterina, facendo di fatto da apripista a questa nuova esperienza.

Tutto ha inizio tre anni fa: “Ci siamo chiesti cosa potevamo fare per i bambini, come offrir loro delle possibilità educative di crescita. Abbiamo fatto una proposta al parroco partendo dalla nostra esperienza di scout in altre realtà. “A lui piacque molto”. Il parroco è padre Francesco Giuliani che da quel momento è diventato assistente ecclesiastico del gruppo.

Si tratta di un nucleo embrionale, non ancora iscritto all’Agesci (Associazione guide e scout cattolici italiani), ma il momento dell’ufficialità non dovrebbe tardare molto. Si parla dell’ottobre prossimo. Per questo motivo il gruppo scout nato a Gualdo non sa ancora il nome che avrà, né il colore del fazzolettone. Ma, assicura Caterina, “saranno bellissimi”.

Tra gli educatori si è aggiunto anche chi di scoutismo non ne aveva mai fatto esperienza prima. Arrivano da Mercato Saraceno e da Sarsina. Molto prezioso si sta rivelando l’aiuto di due capi scout di Cesena di navigata esperienza per supportare il gruppo della valle del Savio nel nuovo cammino. I capi branco, a Gualdo, ora sono otto e seguono 23 bambini dagli 8 ai 10 anni, provenienti anche da alcuni paesi limitrofi. “È stato un cammino impegnativo per tutti noi, specialmente per queste nuove figure che dovevano essere formate. Hanno cominciato un iter di formazione zonale, regionale e nazionale”.

Intanto i ’piccoli’ del branco hanno già iniziato a testare la vita da scout: oltre al ritrovo della domenica mattina in parrocchia e a varie uscite, hanno partecipato lo scorso anno, per tre giorni, alle “vacanze di branco” a Lugoraro di Cesena. Quest’anno, invece, la meta scelta è stata Corniolo dove il gruppo si è fermato una settimana (nella foto).

Con la ripresa delle attività, inizierà anche l’esperienza del reparto (ragazzi dagli 11 ai 16/17 anni) sotto la guida di Caterina e del marito. E, naturalmente, l’ingresso ufficiale nel movimento fondato da Baden-Powell.

Michela Mosconi

Pubblicato giovedì 14 settembre 2017 alle 00:01

Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.

Brevi quotidiane

Ultimi articoli

Ultimi interventi

Parole di Vita

Archivio Documenti