Pastificio Ghigi, un nuovo socio

Una forte alleanza per crescere in Italia e all’estero per la Pasta Ghigi con nuovi progetti e ambizioni sostenuti da partnership commerciali e industriali attraverso l’ingresso in società, di tre importanti partner: Pasta ZARA, OCRIM leader nelle attrezzature per il settore e Nabila spa, finanziaria riconducibile alla famiglia Binasco.

Valorizzare il profondo know how industriale e commerciale e il legame di filiera esclusivo nel Made in Italy che garantisce qualità e origine della materia prima sono gli obiettivi di questa nuova fase di sviluppo del pastificio Ghigi sul mercato italiano e internazionale. Il Pastificio Ghigi di San Clemente di Rimini rappresenta infatti l’unica realtà industriale italiana condotta direttamente dagli agricoltori produttori della materia prima, cioè dai cerealicoltori. Per tramite dei Consorzi Agrari aderenti, di cui il Consorzio Agrario Adriatico ne è capofila, la produzione della pasta viene realizzata esclusivamente a partire da cereali, nella fattispecie grano duro, seminato, coltivato e raccolto in Italia.

Il nuovo progetto è sostenuto dal rinnovo del Consiglio di Amministrazione che vede la conferma alla Presidenza di Filippo Tramonti e l’ingresso di due nuovi consiglieri quali appunto Furio Bragagnolo – Presidente di Pasta ZARA e l’ Avv. Francesco Visco – Consigliere Creditagri Italia, assieme alla conferma di Federico Vecchioni – Consigliere delegato allo sviluppo industriale e agli affari finanziari di Consorzi Agrari d’Italia e Gianluca Lelli – Responsabile Economico Nazionale Coldiretti.

Il Pastificio Ghigi ha realizzato una rivoluzione nel settore industriale con i produttori della materia prima come attori protagonisti della prima filiera corta del settore della pasta. Il progetto sposato da tutti i maggiori retailer americani, canadesi, francesi solo per citare alcuni dei paesi storicamente importanti del settore porta rapidamente il pastificio ai contratti per la fornitura di pasta in “private label” in questi importanti mercati internazionali. Il pastificio supera tutti i rigorosi audit a cui viene sottoposto da queste major commerciali e rapidamente conquista i mercati con la pasta prodotto nello stabilimento di Rimini.

Pubblicato sabato 20 giugno 2015 alle 10:50

Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.

Brevi quotidiane

Ultimi articoli

Ultimi interventi

Parole di Vita

Archivio Documenti