Don Fiorenzo accolto a Sarsina e Quarto

Sarà responsabile del culto di San Vicinio nella concattedrale

Un’altra giornata significativa per la comunità di Sarsina. Domenica 14 febbraio ha fatto il suo ingresso don Fiorenzo Castorri, chiamato dal Vescovo ad essere responsabile del culto di San Vicinio e della accoglienza dei pellegrini, insieme alla guida della parrocchia di Quarto.

Il parroco don Renzo Marini lo ha presentato ai fedeli presenti alla messa delle 9 dicendo che “la sua presenza si impone, ma è un gigante buono! Don Fiorenzo ha 58 anni ed è prete da 16 anni. Ha insegnato economia, estimo e contabilità per diversi anni all’Istituto tecnico Agrario di Cesena. Dopo vari servizi ora è in mezzo a noi e avremo modo di apprezzare le sue doti di umiltà, di entusiasmo e di dedizione al servizio del Signore e delle persone a lui affidate. Grazie perché hai accettato con gioia questo nuovo incarico”.

Don Castorri si è subito attirato la simpatia dei presenti, raccontando un piccolo aneddoto capitato ad un precedente ingresso, quando una vecchietta notando la sua imponenza, esclamò “mo dov i l’ha tolt che cardanzòn?“.

Domenica sera don Fiorenzo racconta com’è stata la sua prima giornata. “Stamattina sono rimasto colpito dalla gran quantità di gente presente alla messa delle 9, sebbene la celebrazione principale sia alle 11. Ho trovato un’assemblea partecipe e mi ha meravigliato davvero il fatto che tutti i presenti cantassero con vigore. Già da mercoledì, quando sono arrivato, ho trovato gente cordiale, tutti mi salutano. Già lo sapeva, la gente, che sarebbe arrivato un pretone alto due metri! Sono rimasto colpito dal fatto che tutti qui a Sarsina si conoscono. Alle 11 ho celebrato la messa a Quarto, dove sono amministratore. Anche qui mi ha accolto una comunità viva, festosa, che ha espresso tutta la gioia di avere un nuovo pastore. Mi ha impressionato che una parrocchia così piccola, di 300 persone se contiamo anche le 3 ex parrocchie, abbia un coro polifonico a 4 voci che mi è piaciuto molto oggi. Ho passato il pomeriggio facendo servizio alla tomba di San Vicinio, confessando ininterrottamente dalle 15 alle 17. Mi sono capitati diversi penitenti, specialmente di Ferrara e Firenze, che si sono riconciliati con il Signore dopo decenni di lontananza facendo delle belle confessioni profonde, non scontate!”.

A Sarsina don Fiorenzo accoglierà i pellegrini in vari giorni della settimana, mentre la domenica celebrerà per la parrocchia la messa delle 9 che d’ora in poi sarà la “sua” messa domenicale, dopo la quale andrà a celebrare a Quarto.

Si ritroverà ogni giorno a pranzo alla mensa dei sacerdoti di Sarsina, insieme a don Renzo parroco di Sarsina-Sorbano- Tezzo-Pagno, a don Ezio parroco di Turrito-Romagnano- Montepetra e a don Corrado parroco di San Martino in Appozzo. Accompagniamo don Fiorenzo perché continui nel tempo il suo servizio a Sarsina mantenendo quell’entusiasmo con il quale ha iniziato questo nuovo ministero.

Daniele Bosi

Pubblicato venerdì 19 febbraio 2010 alle 00:03

Trattandosi di un vecchio articolo non è più possibile commentare.

Brevi quotidiane

Ultimi articoli

Ultimi interventi

Parole di Vita

Archivio Documenti